background

Risorse Reiki

In questa pagina si possono trovare alcune informazioni di riferimento per le persone che vogliono conoscere meglio il Reiki.
background
Storia del Reiki
Qual è l'origine del Reiki?
  • Mikao Usui

    La vita di Mikao Usui è ancora circondata da un alone di mistero, tanto che esistono diverse versioni della sua biografia in vari libri. Da quello che ci è dato sapere, Usui nacque il 15 agosto del 1865 nel villaggio di Taniai (oggi Miyama Cho) nel distretto di Yamagata della Prefettura di Gifu, che oggi si trova nell’odierna Nagoya in Giappone. A quattro anni, Usui fu mandato a scuola in un monastero di monaci buddisti Tendai. Qui studiò arti marziali, un sistema di bilanciamento energetico detto kiko (simile al Chi Kung) e anche meditazione e guarigione, che furono poi alle basi della sua futura missione.

    Provenendo da una famiglia benestante, dopo gli studi Usui riuscì a dedicarsi a svariati interessati, come viaggiare e studiare. Visitò tutto il Giappone, nonché la Cina, l’Europa, il Tibet, l’India e l’America. Nel corso di questi viaggi, studiò storia, medicina, divinazione, magia e religione.

    Usui era particolarmente entusiasta delle esperienze di guarigione provate in precedenza con la tecnica Kiko. Questa pratica di guarigione si basava sull’imposizione delle mani, ma in questo caso il guaritore usava direttamente la sua energia, cosa che lo portava ovviamente ad abbassare il suo livello energetico e a sentirsi sfinito. Si narra che lo scopo di Usui nei suoi viaggi fosse quello di scoprire una tecnica di guarigione che energizzasse sia il guaritore che il ricevente.

    Nelle sue letture spirituali e religiose, Usui aveva letto vari resoconti di guaritori, sciamani e mistici che canalizzavano l’energia guaritrice da una fonte infinita superiore “esterna”.  Era questa capacità di canalizzare a cui Usui voleva arrivare.

    Usui imparò tantissimo durante i suoi viaggi, ma ancora non aveva trovato l’illuminazione che cercava. Dopo aver viaggiato, divenne segretario di Shinpei Goto, allora Direttore del dipartimento sanitario e in seguito sindaco di Tokyo. Grazie a questo impiego, Usui entrò in contatto con molte persone influenti e riuscì a mettersi in proprio. Si sposò ed ebbe due figli, un maschio e una femmina. Per vari anni i suoi affari andarono a gonfie vele, fino al 1914 quando,  in seguito ad alcune difficoltà economiche, ricominciò a dedicarsi al suo cammino spirituale.

    Nel 1918, Usui si iscrisse ad un corso di 21 giorni promosso dalla scuola buddista che aveva frequentato da bambino. Il corso comprendeva meditazioni, preghiere, e un periodo di isolamento sul Monte Kurama. Sembra che il Maestro di allora l’avesse avvisato che quella prova l’avrebbe potuto portare o alla morte o all’illuminazione.

    L’ultimo giorno del corso, Usui riferì di aver sentito “una grande energia Reiki sulla testa” (come recita la sua lapide commemorativa) che gli permise di trovare l’illuminazione e di avere finalmente accesso a quella energia guaritrice (Reiki) che cercava da anni. Scoprì inoltre che usando quella energia non comprometteva la propria, e che era possibile iniziare e trasferire il Reiki agli altri.

    Una versione della storia dell’illuminazione di Usui narra che poco prima dell’alba dell’ultimo giorno, un proiettile di luce accecante fosse spuntato sul cielo scuro e si fosse diretto velocemente verso di lui, colpendolo in fronte. Appena riprese conoscenza, ebbe la visione dei simboli Reiki, e di come attivare ed utilizzare l’energia Reiki.

    Usui scese allora dalla montagna e fu allora che accaddero i famosi “Quattro miracoli”: guarisce una ferita al piede procuratasi durante la discesa; riesce a mangiare un intero pasto senza problemi, dopo 21 giorni di digiuno; guarisce il mal di denti di una donna e l’artrite di un abate di un monastero Zen.

    Molto probabilmente, Usui aveva quindi ricevuto l’illuminazione e l’energia Reiki sul Monte Kurama, e in seguito ha approntato un metodo in base alle sue esperienze di guarigione e alle sue conoscenze spirituali.

    All’inizio, Usui usava il Reiki su se stesso, su parenti e amici (si narra che abbia guarito la moglie da una grave malattia) per poi capire l’importanza della sua scoperta e cominciare quindi a trasmetterla anche agli altri. Si calcola che Usui abbia iniziato complessivamente 2.000 persone al Reiki; la maggior parte fu attivata al primo livello o Sho-den (“ingresso” in giapponese). Tra le  30 e le 50 persone potrebbero aver raggiunto il secondo livello o Oku-den (“in profondità”), ma non più di 17 raggiunsero il terzo livello o Shinpi-den (“il mistero/insegnamenti segreti”), che corrisponde al terzo livello Reiki o Master Reiki di oggi.

    Nell’aprile del 1922, Usui si trasferì nel quartiere di Harajuku-Aoyama, a Tokyo, e mise in piedi un’organizzazione denominata “Usui Reiki Ryoho Gakkai” (ovvero Organizzazione del metodo Reiki di Usui) per insegnare il Reiki e fare trattamenti. Alla base degli insegnamenti di Usui c’erano il risveglio spirituale e la guarigione meramente fisica, promuovendo l’auto guarigione basata sui principi Reiki.

    Nel settembre 1923, Tokyo fu colpita da un grave terremoto seguito da uno tsunami e un grande incendio. Morirono più di 140.000 persone, più della metà degli edifici della città crollarono, molta gente restò senza casa. Si narra che Usui e i suoi allievi curarono migliaia di persone. Grazie al lavoro svolto durante il terremoto, Usui e la sua organizzazione ottennero grande fama in tutto il Giappone, tanto da guadagnarsi persino le lodi  dell’Imperatore Taisho.

  • Chujiro Hayashi
    Dr. Chujiro Hayashi

    Dr. Chujiro Hayashi

    Nel 1925, Usui iniziò a Master Reiki il dottor Chujiro Hayashi, ufficiale di marina in pensione. I due lavoravano insieme da tempo, e il dottor Hayashi aveva il compito di sviluppare la tecnica di Usui basandosi anche sulle sue conoscenze mediche. Nel marzo del 1926, Mikao Usui morì di ictus a Fukuyama, e poco dopo il dottor Hayashi aprì la sua scuola di Reiki a Tokyo, chiamandola Hayashi Reiki Kenkyu Kai. In questa clinica, si prendeva nota di tutte le patologie dei pazienti, e di quali posizioni delle mani erano più efficaci per loro. Infine il dottor Hayashi creò un nuovo stile di Reiki (con la stessa energia e lignaggio di Usui Ryoho) che comprendeva molte delle tecniche di Usui, aggiungendovi nuovi metodi.

    Fu lui a creare una nuova pratica di armonizzazione, uno schema standard per la posizione delle mani, e il manuale Reiki. Fu sempre lui ad avere l’idea di trattare i pazienti distesi su un lettino, invece che seduti su una sedia.

  • Hawayo Takata

    Tra i vari pazienti che si recavano a farsi curare nella clinica del dott. Hayashi, nel 1936 si presentò una donna di nome Hawayo Takata. Viveva alle Hawai, ed era venuta in Giappone in visita ai suoi genitori, e anche per usufruire delle cure sanitarie gratuite fornite a quel tempo in Giappone. Le erano stati diagnosticati un problema alla cistifellea, appendicite e asma. Doveva subire un intervento chirurgico. Mentre attendeva di essere operata, aveva sentito una voce ripeterle “Questa operazione non ti serve”. Oltre a lasciarla un po’ sbigottita, questo la spinse anche a domandare al medico se potevano esserci altri modi per essere curata. Il medico in questione conosceva la clinica del dottor Hayashi, così la signora Takata, seguendo il consiglio della voce e il suo istinto, si recò da Hayashi.

    Nel giro di sei mesi, Takata era guarita completamente, e ovviamente si convertì al Reiki. A quanto si narra, Takata sentiva l’energia, il calore e le vibrazioni provenire da qualche parte, tanto da pensare che gli operatori utilizzassero strumenti radiotecnici. Ma poi capì che quelle sensazioni provenivano direttamente dalle mani dei praticanti.

    Cominciò a studiare il Reiki con il dott. Hayashi, che la iniziò ai primi due livelli in Giappone. Successivamente, Hayashi andò a trovarla alle Hawaii e la formò al livello Shinpi-den (Master e insegnante) nel 1938. Takata creò il termine Reiki Master Hayashi e fu la prima Master Reiki in Occidente.

    Tornato in Giappone, il 10 maggio del 1940 il dott. Hayashi si tolse la vita, per non essere costretto ad arruolarsi nella Seconda Guerra Mondiale. Per ovvie ragioni, Takata non riuscì a promuovere né praticare il Reiki durante il conflitto, ma dopo la guerra iniziò a fare trattamenti e insegnare il Reiki al primo e secondo livello, non solo alle Hawaii ma anche in America e Canada.
    Dopo il 1970, cominciò ad insegnare il livello Master. Alla sua morte, l’11 dicembre del 1980, aveva iniziato 22 Master Reiki. Da allora, il Reiki è diffuso in tutto il mondo.

    A parte il periodo della Seconda Guerra Mondiale, il Reiki è sempre stato praticato in Giappone, ma soltanto dopo il 1990 sono emerse maggiori informazioni sugli insegnamenti di Usui e le sue tecniche. Particolarmente attivi in tal senso, sono stati Frank Arjava Petter, William Lee Rand, Bronwen e Frans Stiene.

background
Holy Fire Reiki III
Holy Fire: una nuova energia

Introduzione a Holy Fire III Reiki

Scritto da William Lee Rand


  • Introduzione

    Holy Fire Reiki è un sistema di guarigione Reiki basato sull’energia Holy Fire. Citata nella Bibbia, l’energia Holy Fire è stata attiva nel mondo fin dai tempi antichi. Attraverso le sessioni a cui ho partecipato con il mio consigliere spirituale Janice Jones ho capito che Dio, lavorando attraverso lo Spirito Santo, ha creato l’energia Holy Fire; Gesù è stato colui che per primo ha portato questa energia guaritrice sulla Terra. I termini Gesù, Dio e Spirito Santo, sono utilizzati nelle scritture religiose, ma nella pratica Holy Fire Reiki questi termini non hanno un significato religioso, ma piuttosto di natura spirituale.

    È importante tenere a mente che l’intero sistema Holy Fire Reiki non è qualcosa che ho progettato o creato, ma qualcosa che è giunto a me attraverso sessioni di guarigione che ho ricevuto da due talentuosi guaritori spirituali che hanno canalizzato esseri illuminati.
    Mentre Gesù, il maestro spirituale che ha introdotto Holy Fire Reiki, fa parte di un gruppo chiamato Fratelli e Sorelle della Luce. Questo gruppo è formato da tutti gli esseri illuminati e include inoltre tutti quegli esseri che hanno dato origine a tutte le religioni e i percorsi di natura spirituale del mondo. Precedentemente, questi esseri spirituali erano presenti nel mondo senza avere alcuna forma definita, ma successivamente hanno preso una forma in questo mondo in modo tale che possano aiutarci nello sviluppo, nell’insegnamento e nell’uso di Holy Fire Reiki.

    Tempo addietro l’energia Holy Fire poteva essere occasionalmente sperimentata da pochi fortunati, ma al giorno d’oggi può utilizzata regolarmente da chiunque sia stato attivato come Holy Fire Reiki Master. Questo avviene durante i corsi Usui/Holy Fire ART/Master e Holy Fire Karuna Reiki® Master. L’energia Holy Fire è comunque presente anche nel primo e secondo livello dei corsi Usui/Holy Fire di Reiki, I & II.

    Ho avuto modo di sperimentare l’energia Holy Fire Reiki per la prima volta il 23 Gennaio 2014, quando Janice ha canalizzò l’energia da Gesù. Qualche giorno dopo, ho introdotto l’energia Holy Fire agli studenti che partecipavano a un mio corso per diventare Reiki Master. Essi hanno dichiarato di averlo sperimentato come essere un’energia di guarigione più forte e guidata da un livello di coscienza superiore a ciò che ciascuno di loro avesse precedentemente sperimentato.
    I nostri Licenced Reiki Master Teachers (LRMT) in possesso di licenza che hanno ricevuto l’autorizzazione di poter utilizzare questa energia durante le loro armonizzazioni, hanno convenuto che c’è stato un sensibile miglioramento della qualità e della forza della loro energia Reiki. Ognuno di loro ha iniziato a utilizzare questa energia durante i trattamenti e inoltre insegnandola nei corsi con gli studenti. Inizialmente, l’energia faceva parte del processo di armonizzazione solo per il livello Master. Successivamente, la parola armonizzazione è stata cambiata in Iniezioni in quanto durante le attivazioni, l’energia Holy Fire appariva come una fiamma accesa nello studente.

    Nel dicembre 2015, grazie alle istruzioni ricevute da Gesù attraverso Janice, il sistema ha acquisito la capacità di utilizzare questa energia anche durante le armonizzazioni di primo e secondo livello Reiki. Poiché ogni studente sembrava avere l’energia collocata al loro interno, il termine per questo processo è cambiato da armonizzazione a Piazzamenti. A questo punto, si è notato che l’efficacia complessiva dell’energia Holy Fire era aumentata su tutti i livelli di insegnamento dei corsi Reiki; per questo motivo, abbiamo conseguentemente iniziato a chiamare questo sistema Holy Fire.

  • Holy Fire Reiki III

    Durante le sessioni di guarigione spirituale con Colleen Benelli, che è uno dei nostri Licenced Reiki Master Teachers, possiede una vasta esperienza di sciamanesimo e ha anche ricevuto una formazione da Janice, ho iniziato a ricevere informazioni sul fatto che qualcosa di nuovo stava venendo all’interno della mia pratica Reiki, anche se cosa fosse esattamente non mi era stato spiegato. Inoltre, mentre contemplavo i corsi di Reiki che nel Settembre 2018 avrei tenuto sul Monte Kurama in Giappone, che è la montagna sacra dove Usui Sensei ha avuto un’esperienza spirituale durante la quale gli è stato donato il Reiki, mi è stato mostrato che qualcosa di molto importante si sarebbe svolto lì.

    Il 21 settembre 2018, mentre conducevano il corso, mi apparve un nuovo livello di energia Holy Fire. Colleen mi disse che, sotto la guida di Gesù, dovevo insegnare queste lezioni in modo diverso. Piuttosto che fare una pre-Iniezione come è era stato fatto nelle classi precedenti Holy Fire II, avrei dovuto presentare i Reiki Master con quattro Iniezioni anziché tre Iniezioni e una pre-Iniezione.
    L’Iniezione è condotta dall’insegnante che fornisce una breve meditazione guidata che ha una durata tra i cinque e i sette minuti circa, quindi smette di parlare mentre suona una musica dolce in sottofondo.

    Questo processo consente all’energia dell’Iniezione di interagire direttamente con il campo energetico dello studente piuttosto che essere canalizzata attraverso l’insegnante. L’intera esperienza continua per circa 26 minuti.
    Dopo aver condotto la meditazione guidata per la prima Iniezione, e seduto lì, permettendo al processo di procedere per gli studenti senza la mia interazione, ho iniziato a osservare interiormente un tubo di luce bianca traslucida in cui le stelle si muovevano attraverso di essa.
    Poi ho visto che questo tubo proveniva da una sfera di luce bianca traslucida dentro di me. Ho visto anche un arco di luce che proveniva dalla superficie della sfera di luce e ho sentito il potere spirituale contenuto nella sfera di luce. Poi sono stato invitato ad entrare nella sfera di luce. Quando l’ho fatto all’inizio ho sentito dolore. Ma la luce mi ha detto di lasciar andare e abbandonarmi, poiché è solo il Sé culturalmente creato che viene rilasciato. Quando ho lasciato andare, il dolore è scomparso e ho sentito pace e una grande profondità di potere spirituale. A quel punto, mi sono detto: “Sono libero, sono libero, per sempre, sono libero”.

    Devo dire che questa è stata una delle esperienze spirituali più potenti che abbia mai avuto. Inoltre, nel mentre che ciò accadeva, osservai che le tre fiamme dell’Holy Fire che erano localizzate sotto l’ombelico, sopra la testa e nel cuore durante i primi corsi Holy Fire, erano ora unite da un raggio di luce. Poi alla fine, tutto si è espanso e hanno riempito il mio intero corpo fisico. Gli effetti di questa esperienza sono durati una settimana circa durante la quale ho viaggiato a Taiwan e ho insegnato una un corso di Usui/Holy Fire III ART/Master. Poi lentamente l’energia ha iniziato a placarsi.

    Ma poi alla fine di ottobre, mentre insegnavo, l’energia Holy Fire si è riaccesa e poi si è placata. Tuttavia, queste esperienze hanno lasciato un effetto residuale e posso dire che stanno condizionando il mio sistema per adattarsi a un’energia spirituale più elevata che rimarrà costantemente presente. Mi è stato anche detto che queste esperienze continueranno.
    Fino a questo punto, che è la prima settimana di novembre, ho insegnato otto lezioni di Holy Fire III. Inoltre, alcuni dei miei studenti hanno insegnato e anche i nostri LRMT che sono stati aggiornati a Holy Fire III hanno anche insegnato lezioni. Complessivamente ci sono stati circa 200 studenti che hanno ricevuto l’energia di Holy Fire III fino ad ora. Molti di questi studenti sono stati Reiki Master per anni e hanno una vasta esperienza prendendo lezioni di Reiki, insegnando e offrendo sessioni. Gli effetti dell’energia riportata da questi studenti e quelli degli altri insegnanti sono stati coerenti. Tutti indicano che l’energia del Reiki è più efficace.

    Coloro che hanno ricevuto Holy Fire II riferiscono che Holy Fire III è un netto miglioramento rispetto a quello che avevano precedentemente. Molti riferiscono che l’energia sia sottile e più potente e che si sta verificando una nuova guarigione, spesso a un livello straordinario.

  • L’energia Holy Fire guarisce parti dormienti non guarite

    Holy Fire III Reiki ha origine nel quarto e quinto Paradiso che sono un livello molto alto di coscienza. Holy Fire è consapevole e può guarire le nostre parti dormienti; mentre questo avviene, il Sé Autentico può emergere. Quando ciò accade, un crescente livello di serenità, vitalità e gioia si esprime, accompagnato dalla consapevolezza che questo è ciò che sei veramente.

  • Unifica le persone

    Holy Fire III è un fuoco di unità. Il suo scopo è quello di unificare tutte le persone. Man mano che si diventa sempre più consapevoli del Sé Autentico e comincia ad assumerlo come propria identità, diventa evidente che ognuno ha un Sé Autentico in loro e per questo, si vede facilmente che siamo tutti uno.

    La consapevolezza che siamo tutti uno rende facile accettare gli altri indipendentemente dalla diversità di razza, religione o credo, origine nazionale, sesso o età. In questo modo, possiamo più facilmente lavorare in armonia con tutte le persone per creare pace e felicità nel mondo.

    La promozione di questo processo è lo scopo delle Griglie Mondiali di Cristallo (World Crystal Grids) che sono state collocate al Polo Nord nel 1997, al Polo Sud nel 1999 e nella Città Vecchia di Gerusalemme nel 2004. Ne esiste anche una al Centro ICRT nel Michigan e uno al Centro di Maui. L’incisione sulle Griglie della pace dice: “Possano i seguaci di tutte le religioni e le vie spirituali lavorare insieme per creare pace tra tutte le persone sulla Terra”.

    Questo processo che è descritto sulle Griglie della pace del mondo e che è incarnato nell’energia di Holy Fire III ha già iniziato ad influenzare la gente del nostro pianeta ed è destinato a portare la pace nel nostro mondo che tanti hanno pregato e lavorato per poter creare per migliaia di anni.

  • Localizzazione dell’energia Holy Fire III

    In Holy Fire e Holy Fire II, l’energia consiste di tre fiamme spirituali; uno sotto l’ombelico, uno sopra la testa e uno nel cuore. Con Holy Fire III, se una persona possiede già Holy Fire, un fascio di luce unisce prima le tre fiamme e poi l’energia si diffonde in tutto il corpo. Questa azione si svolge gradualmente per un periodo di settimane o un mese o più. Mentre ciò accade, l’esperienza si fonde nel tempo presente e nel mondo materiale rendendo l’esperienza molto reale.

  • I Paradisi

    In Holy Fire Reiki and Holy Fire II Reiki, we became aware of the three heavens. The first heaven is the material world; the second heaven is a spiritual world in which the ego is still present. We also spoke of the third heaven and beyond. And it was in this realm that the problems of the ego disappear. While we knew there was more, we didn’t have a clear understanding of what was there. With Holy Fire III, we have also become aware of the fourth and fifth heavens.

    In Holy Fire Reiki e Holy Fire II Reiki, siamo diventati consapevoli dei tre paradisi. Il primo paradiso è il mondo materiale; il secondo è un mondo spirituale in cui l’ego è ancora presente. Abbiamo anche parlato del terzo paradiso e oltre. Ed è in questo regno che scompaiono i problemi dell’ego. Mentre sapevamo che c’era di più, non avevamo una chiara comprensione di cosa ci fosse. Con Holy Fire III, abbiamo anche preso coscienza del quarto, quinto, sesto e settimo paradiso.

  • Quattro Iniezioni

    Precedentemente nel sistema Holy Fire, gli studenti avevano ricevuto tre iniezioni. Nella classe Holy Fire III, ora una iniezione sostituisce la pre-iniezione, per un totale di quattro iniezioni. Inoltre, c’è un miglioramento nell’efficacia di ogni iniezione. Il risultato complessivo è la creazione di un sistema che aumenta la qualità della coscienza e fornisce anche una straordinaria esperienza di guarigione.

    Gli studenti spesso scoprono che la guarigione avviene dopo la prima iniezione e continua per tutto il corso. Dopo il corso, molti riferiscono che l’energia continua a svilupparsi, migliorando sempre più salute, benessere e fiducia.

    Potresti chiederti se i corsi Holy Fire III siano giusti per te. Il sistema di guarigione Holy Fire III può sicuramente migliorare la tua coscienza e fornire una profonda guarigione, ma tieni comunque presente che questi corsi non sono adatti a tutti. Ti suggerisco di leggere nuovamente questo articolo, quindi meditare sull’energia di Holy Fire III e permettere al tuo intuito di guidarti nella decisione che è giusta per te.

background
Domande Frequenti
Questa sezione di domande frequenti su Reiki è un importante strumento di riferimento e una fonte di informazioni per le persone interessate a saperne di più sul Reiki

Reiki


  • Cosa è il Reiki?

    ll Reiki è una forma di terapia complementare emersa in Giappone alla fine del 1800 e successivamente sviluppata da Mikao Usui nel 1922. Riduce lo stress, aiuta a rilassarsi e promuove la guarigione su tutti i livelli (fisico, emozionale, mentale, energetico e spirituale). Consiste essenzialmente nel trasferimento dell’energia universale dai palmi dell’operatore al ricevente.
    La parola Reiki è composta di due parole giapponesi: Rei che significa “Saggezza di Dio o Potere Superiore” e Ki che è “energia della forza vitale”. Quindi il Reiki è in realtà “energia di forza vitale guidata dallo spirito”.

  • Quale è il significato della parola Reiki?

    La parola Reiki è composta di due parole giapponesi: Rei che significa “Saggezza di Dio o Potere Superiore” e Ki che è “energia della forza vitale”. Quindi il Reiki è in realtà “energia di forza vitale guidata dallo spirito”.

    Clicca qui per leggere l’articolo del blog su questo argomento.

     

  • Il Reiki è una religione?

    Il Reiki non è una religione ma è certamente di natura spirituale. A coloro che vogliono imparare e praticare il Reiki non viene assolutamente chiesto di cambiare le proprie credenze religiose o spirituali. Tutti i praticanti Reiki sono liberi di continuare a credere e praticare le le loro dottrine religiose.

    Per cui, mentre il Reiki è di natura spirituale, non è una religione. Non ha dogmi e non c’è nulla in cui una persona deve necessariamente credere per poter imparare e utilizzare il Reiki efficacemente. In realtà, il Reiki non dipende neanche dal fatto che si creda in esso, in quanto funzionerà indipendentemente da questa credenza. Poiché il Reiki viene da Dio (o comunque una persona lo voglia chiamare), molte persone scoprono che l’uso del Reiki approfondisce la loro pratica religiosa.

  • Cosa è l’armonizzazione Reiki?

    L’armonizzazione Reiki (chiamata anche attivazione o iniziazione) è il processo attraverso il quale una persona riceve la capacità di poter offrire trattamenti Reiki. L’armonizzazione è praticata dall’insegnante Reiki Master durante il corso di Reiki.

    Durante l’armonizzazione, l’allievo é seduto con gli occhi chiusi, e il Reiki Master gli tocca la testa, le spalle e le mani utilizzando una o più tecniche di respirazione speciali. Le energie di armonizzazione Reiki fluiscono attraverso il Reiki Master per poi essere ricevute dallo studente. L’energia universale é guidata dal Potere Superiore e armonizza i percorsi energetici di ciascun studente, collegando ciascun ricevente alla fonte del Reiki. L’armonizzazione é regolata dal Potere Superiore ed é unica per ciascun studente. Durante l’armonizzazaione, alcuni studenti sentono calore nelle mani, altri iniziano a vedere colori o avere addirittura visioni di esseri spirituali. Tuttavia, non è necessario vivere un’esperienza “forte” perché l’attivazione sia efficace. Coloro che sentono semplicemente calma e serenità saranno armonizzati al Reiki tanto quanto coloro che hanno esperienze di visioni mistiche.

  • Posso trattare me stesso con il Reiki?

    Sì certamente, una volta che avrai ricevuto l’armonizzazione, potrai trattare te stesso e anche le altre persone. Questa è una delle caratteristiche uniche del Reiki.

  • Ho sentito che il Reiki può essere inviata a distanza ad altre persone. È veramente possibile? Come funziona?

    Sì, nel corso di Reiki secondo livello, vengono consegnati allo studente tre simboli Reiki. Questi simboli sono potenziati dall’armonizzazione Reiki di secondo livello. Uno di questi simboli è quello che può essere utilizzato per inviare Reiki a distanza. Dal punto di vista pratico, la persona che invia il Reiki a distanza utilizza un’immagine o foto del ricevente, immagina la persona oppure ne scrive il nome su un pezzo di carta. Successivamente la persona che invia attiva il simbolo della distanza (che può essere fatto solamente se si é ricevuto il simbolo energeticamente durante l’armonizzazione di secondo livello). Il Reiki verrà inviato indipendentemente dalla distanza, non c’é alcuna differenza tra un ricevente che si trova nella stanza a fianco oppure dall’altra parte del mondo. Inoltre il Reiki può essere anche inviato nel passato o nel futuro (in quanto al di fuori della dualità del mondo in cui viviamo, non esiste spazio né tempo).

  • Cosa è un lignaggio Reiki?

    Il Reiki è una tecnica che viene trasmessa ripetutamente dall’insegnante all’allievo. Se una persona ha ricevuto il Reiki, allora farà parte di una serie di insegnanti che riconducono al fondatore del sistema di Reiki. Nel caso di Usui Reiki, il lignaggio sarebbe riconducibile al Dott. Usui.

Holy Fire Reiki


  • A breve compariranno più domande e risposte qui.

Trattamenti Reiki


  • Come viene praticato un trattamento Reiki?

    In un trattamento standard l’energia Reiki scorre dalle mani dell’operatore verso il ricevente. Il ricevente di solito si riposa su un lettino da massaggio, ma i trattamenti possono essere praticati anche mentre il ricevente è seduto o in piedi. Il ricevente rimane completamente vestito. Il praticante pone le sue mani a contatto o vicino al corpo del ricevente, in posizioni generalmente prestabilite, intorno alla testa e alle spalle, allo stomaco e ai piedi. Altre posizioni più specifiche possono essere utilizzate in base alle esigenze del ricevente o all’intuizione dell’operatore Reiki. Ogni posizione viene mantenuta dai tre ai dieci minuti e varia a seconda di ciò che percepisce l’operatore. L’intero trattamento Reiki generalmente ha la durata tra i 45 ei 90 minuti.

  • Cosa viene normalmente percepito nel corso di un trattamento Reiki?

    Ciò che viene percepito durante un trattamento Reiki varia generalmente da persona a persona, e per la stessa persona, può variate da un trattamento all’altro. Tuttavia, la maggior parte delle persone percepisce un piacevole e profondo rilassamento. Alcune persone percepiscono una meravigliosa luminosità che scorre attraverso loro e li circonda. L’energia Reiki aiuta la persona a rilasciare tutte le tensioni, l’ansia, la paura o emozioni negative, questo porta una sensazione di pace profonda e di benessere totale. Molte persone si rilassano e si addormentano durante i trattamenti o riferiscono di avere la sensazione come di fluttuare fuori dal proprio corpo. Altre persone potrebbero avere visioni, come in un sogno, o addirittura esperienze mistiche. Al termine del del trattamento, ci si sente spesso molto rilassati e si ha una visione della vita piú positiva ed equilibrata.

  • Chi può essere trattato con il Reiki?

    Il Reiki ha sempre un effetto positivo su tutte le diverse forme di malattia e condizioni negative. Questo include squilibri minori come mal di testa o dolore di stomaco, punture di api, raffreddori, influenza, tensione e ansia oppure anche malattie gravi come malattie cardiache, cancro, leucemia, ecc. Ciò non vuole assolutamente dire che queste malattie scompaiono (anche se in alcuni casi può certamente succedere), prevalentemente la persona riceve dei benefici.

    Questo benefici, a volte,  sono nella forma di effetti collaterali risultanti da trattamenti medici regolari, che sono ridotti o addirittura eliminati. Questo include gli effetti negativi della chemioterapia, del dolore post-operatorio e della depressione. A volte i trattamenti Reiki somministrati a persone in ospedale aiutano ridurre il tempo di degenza. Il Reiki aiuta sempre. In alcuni casi le persone hanno ricevuto guarigioni complete che sono state confermate da esami medici prima e dopo i trattamenti Reiki. Tuttavia, i “miracoli” rimangono comunque rari e la guarigione non può certamente essere garantita. I risultati piú comuni e sperimentati dalla maggior parte delle persone sono la riduzione dello stress, con alcuni miglioramenti delle proprie condizioni fisiche e psicologiche.

  • Devo terminare, ritardare o posticipare i miei trattamenti medici o terapeutici per poter essere nella condizione di ricevere Reiki?

    Assolutamente no. Il Reiki può essere ricevuto in concomitanza con trattamenti medici o psicologici che si ricevono regolarmente. Se la persona presenta una condizione medica o psicologica, viene sempre consigliato di consultare un professionista sanitario o medico autorizzato, in aggiunta a ricevere trattamenti Reiki. L’energia Reiki funziona in armonia con tutte le altre forme di guarigione, inclusi farmaci, interventi chirurgici, cure psicologiche. Qualsiasi altro metodo di assistenza alternativa, se praticata con professionalità e rispetto delle regole, non potrà che migliorare i risultati che si ottengono attraverso la medicina ufficiale.

  • Cosa è possibile percepire quando si pratica un trattamento Reiki?

    Quando si effettua un trattamento Reiki, l’energia Reiki scorre attraverso le mani dell’operatore per puoi fluire nel ricevente. Per questo motivo, sia l’operatore che il ricevente ricevono il flusso Reiki. Mentre l’energia del Reiki scorre attraverso l’operatore, lei/lui si sentirà più rilassato e sollevato. A volte le persone hanno esperienze spirituali durante i trattamenti. A volte l’operatore potrebbere riceve informazioni su ciò di cui il ricevente ha bisogno di sapere per poter guarire più profondamente.

  • I trattamenti Reiki sono sicuri per le donne in gravidanza?

    Poiché il Reiki è guidato dalla Potenza Superiore, l’energia Reiki conoscerà le condizioni del ricevente o dello studente e si adeguerà in modo appropriato. Il Reiki può fare solo del bene. Molte donne incinte hanno ricevuto trattamenti con grande beneficio per loro e il loro bambino non ancora nato. È stato utilizzato durante la nascita del bambino. Molte donne in attesa hanno anche imparato il Reiki e hanno ricevuto l’armonizzazione Reiki con risultati molto buoni.

  • È possibile trattare i bambini con il Reiki?

    I bambini amano il Reiki. È molto salutare per loro. Non preoccuparti che il Reiki potrebbe essere per loro troppo forte. Il Reiki si adatta automaticamente a ciò di cui il bambino ha bisogno.

  • Posso utilizzare il Reiki con piante e animali?

    Anche gli animali adorano il Reiki. Sembrano avere una comprensione naturale di ciò che il Reiki è e dei suoi benefici. Gli animali domestici ricevono il Reiki con piacere e si fanno sicuramente capire se vogliono continuare e ricevere e no. Anche le piante rispondono bene al Reiki.

  • Ci sono delle controindicazioni nel ricevere il Reiki?

    Il più delle volte un trattamento Reiki permette di rilassarsi completamente e profondamente. Tuttavia, a volte alcune persone potrebbero presentare ciò che viene definita una crisi di guarigione. Quando la vibrazione di una persona sale, le tossine che sono state immagazzinate nel corpo verranno rilasciate nel flusso sanguigno per essere filtrate dal fegato e dai reni e rimosse dal sistema. Quando ciò accade, a volte una persona può avere mal di testa o mal di stomaco o sentirsi debole. Se ciò accade, è sempre una buona idea bere più acqua, mangiare pasti leggeri e riposare di più. Il corpo sta purificandosi come parte del processo di guarigione, quindi questo è sempre un buon segno.

  • Può essere utilizzato per aiutare gruppi di persone o crisi di carattere mondiale?

    Sì, questo è uno dei meravigliosi benefici del Reiki ed è il motivo per cui è una tecnica meravigliosa per il nuovo millennio. Permette a individui e gruppi di fare qualcosa di positivo sulle situazioni difficili che vediamo sulle notizie che coinvolgono così tante persone in tutto il pianeta. Il Reiki può essere usato per ridurre la sofferenza e aiutare le persone in qualsiasi parte del mondo.

  • Quanto costa un trattamento Reiki?

    Un trattamento Reiki di solito costa tra i 30 e i 70 euro a seconda della zona della nazione. Tuttavia, alcuni operatori offrono trattamenti gratuiti o in cambio di un contributo libero.

  • Può una persona vivere con ciò che si guadagna praticando il Reiki?

    Sì, se ci metti il cuore, puoi sviluppare una pratica Reiki combinata con lezioni di insegnamento che possono portare un reddito regolare. Questo è un modo molto appagante per guadagnarsi da vivere.

Corsi Reiki


  • Chi può imparare il Reiki?

    Il Reiki è una tecnica molto semplice che può essere imparata da chiunque, l’efficacia di ciò che si impara durante i corsi non dipende da esperienze precedenti, se si é praticata la meditazione per esempio. Il Reiki é stato imparato efficacemente da oltre un milione di persone in tutto il mondo, tutte appartenenti a diversi ceti sociali, sia giovani che anziani. Il motivo per il quale é facile da imparare è perché il Reiki non viene insegnato nel ‘modo classico’, come l’insegnamente scolastico.

    La capacità di canalizzare il Reiki è semplicemente trasferita dall’insegnante allo studente attraverso un processo chiamato armonizzazione, processo che fa parte del corso stesso. Non appena lo studente partecipa all’armonizzazione, acquisisce da subito la capacità di praticare il Reiki. Questo avviene già dopo il corso di Reiki di primo livello.

    Successivamente al corso, la persona che é stata armonizzata, o iniziata, può iniziare a fare pratica su amici e familiari, semplicemente poggiando le proprie mani su di loro con l’intenzione di far fluire il Reiki. Questo avverrà automaticamente, senza che sia necessario fare alcuno sforzo.

    L’efficacia del Reiki non dipende dalla capacità intellettuale o dallo sviluppo spirituale di colui o colei che lo pratica, in quanto è un’energia a disposizione di tutti.

    Ho ricevuto l’armonizzazione a Reiki Master nel sistema Usui/Tibetano e nel sistema Holy Fire da due diversi maestri. Ho avuto inoltre l’onore di poter ricevere l’attivazione a Holy Fire durante il corso ART/Master tenutosi a Kurama, Giappone, luogo sacro nel quale Mikao Usui ricevette il dono del Reiki nel 1922.

  • Quanto tempo si impiega per imparare il Reiki?

    Il corso di Reiki di base, il primo livello, vieno insegnato in un fine settimana e può avere la durata di uno o due giorni. La durata del corso di un giorno é tra le sei e le otto ore . Il corso di primo livello include l’armonizzazione e l’insegnamenteo delle tecniche che lo studente applicherà per trattare sé stesso e le altre persone.

  • Quanti livelli sono presenti nella formazione Reiki?

    Nel sistema Usui/Tibetano del Reiki insegnato da me, ci sono quattro livelli. Questi includono uno, due, avanzato (ART) e Master.

  • Come trovo il Reiki Master giusto per me?

    Come trovo il Reiki Master giusto per me?

    Insegnanti e maestri di Reiki pubblicizzano spesso i loro corsi e servizi su riviste siti web, negozi, librerie e molti altri luoghi. Una volta che hai trovato un insegnante di Reiki che ti interessa, è sempre una buona idea contattarlo per farli alcune domande importanti. Ecco alcune domande che potresti porgli/le per aiutarti a decidere se sia la persona giusto per te:

    – Da quanto tempo lavori con il Reiki? Che formazione hai avuto? Quanto corsi insegni all’anno? Come utilizzi il Reiki nella tua vita? Qual è il tuo lignaggio?

    – Quali qualifiche sono necessarie per partecipare alla formazione Reiki?

    – Quali sono i contenuti dei tuoi corsi? Quante ore di lezione di formazione sono incluse? Quanto tempo è dedicato alla teoria, e quanto alla pratica del Reiki?

    – Dal punto di vista pratico, cosa sarò in grado di fare dopo il corso?

    – Quali sono i costi? riceverò un certificato e un manuale, e sono questi inclusi nei costi di formazione?

    –  Posso prendere appunti e registrare le lezioni del corso utilizzando un registratore/cellulare?

    – Quanti simboli imparerò?

    – C’è un gruppo di supporto Reiki nella mia zona o puoi aiutarmi a crearne uno?

    – Mi sosterrai apertamente per diventare un professionista o un maestro Reiki di successo?

    – Hai un atteggiamento positivo e rispettoso nei confronti degli altri praticanti e maestri Reiki indipendentemente dal loro lignaggio o affiliazione?

    Sii consapevole di come ti senti in relazione alle risposte che ricevi, se percepisci le risposte venire dal cuore. Ascolta il tuo cuore e sarai guidato verso l’insegnante o il professionista giusto.

  • I bambini possono imparare il Reiki?

    Sì, il Reiki può essere insegnato a chiunque. Suggerisco comunque che il bambino sia abbastanza grande per capire cosa sia il Reiki e che sia lui stesso a richiedere di riceverlo.

  • Posso ricevere piú di un’armonizzazione?

    Una volta ricevuta l’armonizzazione Reiki, questa durerà per tutta la vita. Tuttavia, se mai riceverai armonizzazioni per lo stesso livello, queste probabilmente raffineranno e rafforzeranno la tua energia Reiki.

Workshop Reiki


  • Ho partecipato al tuo corso di primo livello Usui Reiki di due giorni. È necessario che partecipi al Workshop Protezione e Pulizia Energetica per poter partecipare agli altri workshop?

    No, non è necessario, in quanto questo workshop ha contenuti simili a quelli dei corsi di primo livello Usui Reiki che ho insegnato fino al 2018.